Mafalde di Napoli con ricotta di capra e raspadura Lodigiana


Cari amici

Il primo giorno di scuola di mio figlio è andato molto bene, solo qualche lacrimuccia prima di salutarci ma per il resto era felice e molto colpito dalla gentilezza e la disponibilità delle maestre 😀

In classe ha ritrovato anche qualche compagno della materna e addirittura una dell’asilo nido!

Oggi vi propongo un primo piatto molto particolare, una pasta ideale per il pranzo domenicale o le occasioni importanti.

In questo piatto ho voluto unire i sapori del sud, in particolare della mia città di provenienza a quello della regione in cui vivo da 16 anni la Lombardia.

Le Mafalde sono un formato di pasta tipico napoletano, fatte con farina di grano duro e trafilate al bronzo, famose quelle di Gragnano.

Le Mafalde in napoletano anni fa erano chiamate Manfredi e da tradizione venivano cucinate con ragù napoletano e ricotta di pecora, piatto simbolo delle festività natalizie.

Oggi sono meglio conosciute come reginette.

Io ho cercato di reinterpretare questo piatto unendo dei particolari che a mio avviso hanno reso questa pasta davvero intrigante, la ricotta di capra e il formaggio raspadura tipico prodotto lombardo con la precisione Lodigiano.

Il tutto condito da un ricco ragù napoletano!
Ho scoperto la raspadura da poco, ossia da quando mio marito segue una dieta povera di lattosio.

Ingredienti

Ragù napoletano ( io con braciole )

300 gr di Mafalde di Gragnano trafilate al bronzo

200 gr di ricotta di capra

50 gr di raspadura lodigiana
Preparate il ragù napoletano https://immacucina.wordpress.com/2014/12/11/o-rrau-ragu-napoletano-2/

Cuocete le mafalde in abbondante acqua salata, scolate al dente e conditele con la ricotta precedentemente stemperata con un mestolo di ragu bollente, aggiungete abbondante ragu’ e mescolate.

unite la raspadura, dopo qualche secondo impiattate.

coprite la superficie della pasta ( di ogni singolo piatto ) con un paio di cucchiai di ragu e sfoglie di raspadura, servite!

 

 

Annunci

15 pensieri su “Mafalde di Napoli con ricotta di capra e raspadura Lodigiana

    1. Ciao carissima bentrovata, si Lorenzo è stato davvero bravo, oggi secondo giorno ha dovuto superare un’altra prova, quella di raggiungere la classe da solo mentre io lo seguivo con lo sguardo dal cancello principale !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...