Pizza fritta 

Ieri abbiamo organizzato una serata street food a carattere familiare, io e mio cugino Andrea abbiamo deciso di riprodurre in casa lo street food più famoso della cucina napoletana, a’ pizza fritta farcita con cicoli ( ciccioli ), salame napoletano, ricotta di bufala e mozzarella fior di latte.

Io ho realizzato l’impasto base per le pizze e mi sono occupata della frittura, mio cugino ha procurato le materie prime per far sì che questa riproduzione rispecchiasse in pieno l’autenticità di questo prodotto tipico napoletano, si è occupata della stesura delle singole pizza e della sua farcitura.

Insieme abbiamo riscosso un grandissimo successo, gli ospiti sono rimasti entusiasti del risultato ottenuto e spero che si ripresenti presto una nuova occasione per cucinare insieme perché oltre ad essermi divertita molto ho capito che con il lavoro di squadra si possono ottenere risultati molto superiori.

La pizza fritta rappresenta il must dello street food partenopeo nata nel primo dopoguerra rappresentava il cibo di strada della gente del basso ceto, servita rigorosamente bollente nella carta paglia gialla.

Oggi la si trova in tutte le pizzerie e friggitorie della città e negli anni anche gli ingredienti hanno subito delle trasformazioni.

La vera pizza fritta veniva farcita con ricotta e cicoli e infatti io e mio cugino Andrea abbiamo voluto a tutti i costi riproduttore il più rigorosamente possibile la ricetta originale!!!

Ingredienti per 12 pizze 

600 gr di farina 00

400 gr di farina 0 per pizze

6 gr di lievito di birra

600 ml di acqua

1 cucchiaino di zucchero

3 cucchiaini di sale

5 cucchiai di olio evo

Per la farcitura

300 gr di ricotta di bufala

350 gr di mozzarella fior di latte

250 gr di ciccioli

250 gr di salame napoletano 

12 cucchiai di salsa di pomodoro

Pepe nero

Olio di arachidi per la frittura 


Preparate la pasta per pizza e dividetela in 12

Panetti della stessa dimensione.

Fate lievitare i panetti su un telo cosparso di farina e coprite con un panno pulito.

Dopo la lievitazione di circa 6-7 ore stendete ogni singolo panetto con le mani ( senza matterello ) in forma sferica è abbastanza sottile, farcite con ricotta, fior di latte, ciccioli, salame, 1 cucchiaio di salsa e pepe nero.

Richiudete a mezzaluna e sigillate bene i bordi.

Friggete le pizze in abbondante olio di semi ben caldo per pochi minuti per lato.

Servite immediatamente ancora caldissima!

Annunci

34 pensieri su “Pizza fritta 

      1. Grazie a te! Mi hai ricordato le domeniche mattina di tanti anni fa, quando con i miei genitori andavo al mercato di Arzano, ed era tradizione prendere una pizza fritta bollente presso un rivenditore ambulante, un trerruote che emanava fumi d’olio bruciato e odore di bontà 😊. Buona serata anche a te!

      1. Da noi si trovano i ciccioli, si chiamano “frizze”, non ho dimestichezza con l’abbinamento con l’uvetta ma potrei provarci, spazio alle novità 😉

      2. Io faccio uno sformatino dolce col radicchio di treviso e l’uvetta, servito su una salsa di zucca ed è buono, potrei butarmi anche sul salato, anche le sarde in savor le fanno con pinoli e uvetta.

      3. Io le adopero per rinforzare qualche sughetto col tonno oppure la pasta col cavolfiore, ecco, quello si.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...